Perchè sindaco

La Milano che vogliamo è possibile

Milano per credere nel proprio futuro ha bisogno di certezze che la politica e le istituzioni possono e devono dare: la tutela dei diritti di tutti e il rigore nel chiedere a ciascuno di fare il proprio dovere;  l’ascolto dei cittadini e la sintesi degli interessi dei singoli nell interesse comune; la promozione e il sostegno della capacità d iniziativa e d’impresa della società civile e l’impegno di fatto che nessuno resti indietro o escluso.
Le comunali sono un’occasione per confrontarci sulla Milano che vogliamo.
Noi vogliamo che Milano torni a respirare. Che ritorni a essere la capitale italiana delle opportunità per tutti, la capitale dei diritti, della legalità e del senso civico, nel solco di quella grande tradizione, laica e cattolica, che ha prodotto sindaci come Caldara, Greppi, Bucalossi, Aniasi, Tognoli… Che torni a essere una città aperta al mondo, innovativa, accogliente e a misura di tutti.
La mia candidatura è al servizio di questa speranza e di quanti non hanno paura di stare a sinistra cioè dalla parte, della libertà per tutti, del rispetto dell altro della giustizia sociale e della corresponsabilità nella costruzione del bene comune.
Insieme questa Milano diventa possibile.