Primo Piano

Milano non può permettersi due morti in tre giorni

A pochi giorni dall’incendio di via Mar Jonio, dove ha perso la vita un uomo, un altro dramma ha investito Milano. Le fiamme dell’incendio divampato in viale Fulvio Testi hanno causato un’altra morte con enormi danni a persone ed appartamenti. Non ci sono parole davanti a questi episodi che ancora capitano in una metropoli internazionale quale dovrebbe essere Milano.

Per quanto riguarda gli stabili di proprietà pubblica, serve ragionare su un piano strutturale. Occorre riqualificare gli edifici popolari, garantendo tempestivamente i normali interventi manutentivi e prevedendo risorse certe da destinare a un programma di manutenzioni straordinarie per attuare le necessarie misure di messa a norma.

Quanto all’edilizia privata il Comune non può intervenire economicamente, ma è necessario una seria campagna informativa per promuovere la diffusione di una cultura responsabile e favorire interventi mirati alla messa in sicurezza degli stabili.