Primo Piano

Le preoccupazioni dei cittadini su CityLife sono condivisibili

Il progetto CityLife che sta sorgendo sull’area dell’ex-Fiera di Milano, che si estende da Piazza Giulio Cesare fino alla nuova FieraMilanoCity, presenta criticità molto forti.
Durante l’incontro Quale futuro per la Zona Fiera, a cui ho partecipato ieri pomeriggio, è emerso con evidenza l’impatto di questo nuovo insediamento sulla vita quotidiana dei residenti della zona. E’ realistico pensare che con la realizzazione delle nuove abitazioni e degli uffici arriveranno in questa zona migliaia di nuove persone, sia residenti che city-user, e la densità abitativa del quartiere aumenterà in modo critico.
Quello che preoccupa maggiormente sono i disagi per traffico e parcheggi come anche la mancanza dei servizi pubblici adeguati, a partire da scuole e servizi sociali di interesse locale. Sono quindi consivisibili i timori sollevati dai cittadini e ritengo che da parte dell’amministrazione servano certezze sulla situazione del traffico, sulla presenza di verde pubblico e dei servizi. I cittadini hanno il diritto di seguire da vicino il prosieguo dei lavori, segnalando all’amministrazione come ridurre al massimo gli impatti negativi.
L’impegno che mi prendo come futuro sindaco di Milano è quello di garantire un rapporto continuo e proficuo con gli abitanti della zona Fiera, operando per attivare tutte le forme di partecipazione possibile per promuovere uno sviluppo urbano sostenibile, partendo da un rinnovamento dell’attività dei Consigli di Zona per rendere efficace la partecipazione di tutta la cittadinanza.