Officina x la città: L’industria culturale e il distretto della creatività

Sintesi delle idee prodotte dal tavolo L’industria culturale e il distretto della creaitività per il Progetto x la città.

Milano punto di riferimento per la cultura, fattore di sviluppo e trasformazione della città

La cultura è uno strumento strategico essenziale di sviluppo e trasformazione della città: è autentico ossigeno. Rimettere Milano al passo con le altre metropoli d’Europa esige nuove forme di gestione e di distribuzione delle risorse pubbliche.

Proponiamo un grande centro interculturale all’Ansaldo, uno dei tanti progetti annunciati e poi sospesi: così come analoghe esperienze nei principali centri europei, dovrà essere vetrina delle diverse culture, dei loro talenti artistici, luogo di servizi e di scambi culturali di respiro internazionale.

Per potenziare poi il ruolo e i mezzi in dotazione alle biblioteche civiche, abbiamo pensato a dei veri e propri rifugi anti-noia: centri di vita culturale nei quartieri aperti di sera e nei weekend, destinati ai bambini e ai ragazzi (ma non solo a loro).

Un marchio assegnato dal Comune: Milano si autoproduce. Un logo destinato a tutti gli autoproduttori di cultura, arte e artigianato che dimostrino la rispondenza fra la loro attività e i parametri di sostenibilità sociale e ambientale.

La città condivisa – memorie urbane diffuse: un sito interattivo dei luoghi cittadini con significato storico culturale, con itinerari poi indicati fisicamente sul territorio con segnaletiche e interazione via cellulare.

Le residenze artistiche e creative: riuso di spazi (es. Fabbrica del vapore e Teatro Lirico) e organizzazione di servizi con vocazione multidisciplinare, dove operatori culturali da tutto il mondo possano trovare occasione d’incontro, lavoro comune, realizzazione di progetti.

Milano jam session, una vera e propria rassegna delle arti realizzata dal Comune: una settimana ogni anno di performance con forte vocazione transdisciplinare e interculturale.

Scarica il testo completo del Progetto per la città, o leggi l’anteprima su Scribd.