Primo Piano

I milanesi sono persone serie, non si faranno abbindolare da chi proclama ogni giorno una nuova “guerra santa”

Il tentativo di Silvio Berlusconi di politicizzare il voto delle elezioni milanesi è l’ultima disperata via di fuga della destra per coprire la cattiva amministrazione della città da parte del Pdl. Continuerò a parlare delle soluzioni per i problemi di Milano e dei milanesi, anche se dall’altra parte rullano i tamburi della Jihad estremista. Il 71 % dei cittadini di questa città dice che la qualità della vita a Milano è peggiorata negli ultimi anni, ciò vuol dire che i milanesi non si fanno abbindolare con proclami dal tono bellicoso – come quelli dell’amico Gheddafi. A Milano abitano persone, serie, pragmatiche e ragionevoli, che sanno distinguere la concretezza delle nostre proposte dalla visione pubblicitaria e fantasiosa dall’attuale sindaco. La presenza nella lista del Pdl dell’autore dei vergognosi manifesti che paragonano i giudici ai terroristi è il segno finale dell’imbarbarimento della lotta politica e del tentativo costante di avvelenare la campagna elettorale.