Primo Piano

Firmato il programma della coalizione: un progetto unitario per governare Milano.

8 liste, 32 pagine di programma, 4 priorità, 384 candidati (più del 50% donne), 2mila volontari. Questi i numeri della coalizione che sostiene la candidatura di Giuliano Pisapia a sindaco di Milano. Nella riunione che si è svolta questo pomeriggio presso la sede del comitato elettorale in p.zza Santa Maria Beltrade 10 sono stati sottoscritti i documenti formali per la presentazione della candidatura che verrà depositata ufficialmente venerdì prossimo 15 aprile.

Ha detto Giuliano Pisapia: “Si tratta di un progetto unitario e nato in assenza di litigi a differenza di quanto avviene nel centrodestra. Il nostro obiettivo principale è quello di rigenerare Milano con un grande patto politico, economico e culturale con tutte le categorie produttive e sindacali, con le realtà associative e del volontariato milanese. Finalmente ci sarà a Milano un centrosinistra con una coalizione molto ampia, un progetto unitario e la volontà di cambiare questa città dopo 20 anni di deludente governo del centrodestra”.

4 le priorità condivise all’interno nel programma della coalizione:

1 – Aria pulita in senso reale e metaforico: sarà realizzata la riconversione energetica di tutti gli edifici comunali e nell’arco dei 5 anni di governo verranno attuati gli indirizzi contenuti nei 5 referendum ambientali su cui i milanesi si esprimeranno il 12 e il 13 giugno. Inoltre verrà rafforzata la trasparenza della pubblica amministrazione rendendo Palazzo Marino una casa di vetro.

2 – Trasporti: è necessario rispettare i tempi di realizzazione delle nuove linee e fermate della metropolitana, aumentare le corsie preferenziali e la frequenza delle corse per i mezzi pubblici di superficie. Accanto a questo, ragionando con un’ottica di Milano capitale europea, è sempre più necessario migliorare il sistema aeroportuale milanese e contrattare con la Regione e le Ferrovie una vera e propria rivoluzione del nodo ferroviario metropolitano per rendere i servizi efficienti e all’altezza di una città collegata con il mondo.

3 – Lavoro/economia: microcredito a sostegno alle imprese giovanili e a quelle in difficoltà con una particolare attenzione per la riduzione del tasso di disoccupazione fra i giovani, arrivato a livelli record, e per attivare politiche di reinserimento nel circuito produttivo di quanti in età adulta perdono il lavoro. Milano deve rivendicare il titolo di capitale dell’economia digitale e della comunicazione sfruttando la diffusione della banda larga e rendendo concreto il progetto Wi-fi con una copertura capillare del territorio cittadino.

4 – Cultura: accanto ai grandi eventi che rendono Milano attraente e dal respiro internazionale (dalla Scala a MITO, dal Piccolo Teatro alle grandi mostre d’arte), occorre intervenire perché in tutti i quartieri vi siano centri polifunzionali e multimediali che rinnovino l’offerta delle tradizionali biblioteche e che stimolino la creatività e la produzione artistica rendendo concreto il concetto di una cultura diffusa.

La coalizione è composta da 8 liste: Pd, Idv, Sel, Lista Bonino-Pannella, Verdi, Sinistra per Pisapia, Lista Civica Milly Moratti per Pisapia e Lista Milano Civica per Pisapia Sindaco.